Cerca
Cerca

Acquacoltura greca: la crescente e fondamentale presenza delle donne negli allevamenti ittici

La Giornata internazionale dei diritti della donna, che ricorre l’8 marzo di ogni anno, si presenta come un’occasione in più per HAPOHellenic Aquaculture Producers Organization – di parlare dell’importanza dell’occupazione femminile in un settore in continua espansione e diversificazione come quello dell’acquacoltura greca.

L’allevamento ittico è uno dei settori più dinamici e in crescita dell’economia greca e offre oggi 12.000 posti di lavoro diretti e indiretti in 11 delle 13 regioni della Grecia, anche in quelle insulari e più remote del Paese. Tuttavia, il tasso di occupazione di donne professioniste nel settore è ancora basso, intorno al 27%, per la mancanza di un’esaustiva e aggiornata informazione e di un orientamento scolastico mirati a illustrare quali siano effettivamente le opportunità di impiego e sviluppo disponibili in un settore dinamico come quello dell’acquacoltura greca.

È proprio su questo tema che HAPOil principale ente promotore dell’acquacoltura greca, che rappresenta l’80% della produzione sul territorio nazionale con i suoi 22 membri associati, e creatore del marchio collettivo Fish from Greece – ritiene importante informare su come il settore dell’acquacoltura (dalla produzione al progetto d’impresa) sia composto di molteplici aree di competenza e attività, oltre all’allevamento marino, in cui le donne possono trovare eccellenti opportunità di carriera e di prospettiva lavorativa. Tra i numerosi ambiti di impiego spiccano quello di Ricerca & Sviluppo, fondamentale per le aziende che vogliono evolversi ed esplorare nuove prospettive; quello del Controllo Qualità e Ambiente, per assicurare un prodotto eccellente e fresco e stimarne l’impatto ambientale; quello di Marketing & Comunicazione in cui è necessaria la conoscenza di lingue straniere per le relazioni internazionali. Ulteriori importanti opportunità d’impiego possono trovarsi nelle aree di confezionamento, contabilità e finanze, tecnologia alimentare, veterinaria e in tante altre specialità.

Tra le numerose voci femminili che animano l’universo HAPO e che contribuiscono ogni giorno a rendere l’associazione una realtà più inclusiva, accogliente e unica, Ismini Bogdanou – Direttore della Comunicazione e delle Relazioni Pubbliche di HAPO – afferma che «lavorare nel settore dell’acquacoltura richiede una grande specializzazione e un solido background scientifico in molti campi in cui le donne possono sviluppare la propria carriera nel tempo e con successo, oltre ad avere una forte passione per la materia. È un’industria in crescita, innovativa e con una posizione di leadership sui mercati internazionali con l’esportazione, la presenza in forum e comitati internazionali, azioni di responsabilità sociale e ambientale e così via».

L’acquacoltura greca è una parte integrante delle comunità locali di ciascuna regione e HAPO supporta attivamente il tessuto sociale circostante, osservando i più alti standard qualitativi e impegnandosi quotidianamente a portare prodotti freschi e di alta qualità sulle tavole dei consumatori, seguendo una produzione etica e sostenibile, operando nel pieno rispetto di tutte le più severe normative europee e dei suoi Stati membri per la tutela dell’ambiente e per il benessere degli animali. L’offerta di pesce fresco greco Fish from Greece comprende cinque prodotti di eccellenza: l’orata, il branzino, l’ombrina boccadoro, il pagro maggiore e la ricciola che portano con sé tutto il sapore, il gusto, la freschezza, le proprietà nutritive e la qualità eccellente del pesce d’acquacoltura greca, allevato con cura da professionisti esperti nei cristallini mari della Grecia, ecosistema ideale per l’allevamento di pesce sano e fresco.

 

 width=

Ακολουθήστε μας

Ακολουθήστε μας

Seguiteci

Seguiteci